Intolleranza al latte

LATTE: lattosio, caseina o latte in generale?
L’intolleranza al lattosio presuppone la carenza dell’enzima lattasi (intolleranza enzimatica), necessario per la scissione in zuccheri semplici del lattosio per renderlo digeribile. Il tempo di insorgenza è variabile, da 1-2 ore a poche ore dopo l’ingestione di alimenti che contengono lattosio.

In realtà l’essere umano, come tutti gli animali, dovrebbe bere solo il latte della sua specie e solo fino allo slattamento (chiamato più comunemente “svezzamento”).

Una reattività individuale verso il latte in generale può essere letta come una reazione alle proteine del latte (caseina) e ai grassi bovini. Questa reattività porta di solito  a sintomi molto più generali, tra i quali mal di testa e acne, non solo quindi legati alla zona addominale (gonfiori, difficoltà di digestione, ecc…). In questo caso il consumo di latte privo di lattosio non risolve il problema.

SINTOMI
Nelle intolleranze il sistema immunitario non viene coinvolto, di conseguenza non si scatena una risposta immunitaria. L’intolleranza è “l’incapacità di sopportare/tollerare”, in seguito a un’assunzione abbondante di un determinato alimento. L’organismo “si ribella” perché non riesce a digerirlo correttamente, è una reazione tossica dell’organismo, a differenza dell’allergia (reazione non tossica) che non dipende dalla dose assunta.

Tra i vari sintomi e segni suggestivi troviamo:
» Gonfiore e tensione addominale
» Meteorismo
» Crampi addominali
» Diarrea o stipsi
» Digestione lenta e gonfiore addominale
» Pesantezza di stomaco
» Mal di testa
» Acne
» Eccesso di muco

ELENCO DEI CIBI CHE POSSONO CONTENERE LATTE (verificare leggendo l’etichetta)

Latte e derivati: qualsiasi tipo di latte animale fresco o a lunga conservazione, panna, yogurt, burro, qualsiasi tipo di formaggio sia fresco che stagionato. Latte in polvere, aromatizzato, maltato, condensato, ecc…

Prodotti di pasticceria e dolci: biscotti, cioccolato al latte, pasta frolla, merendine, brioches, cialde, miscele per torte, alcuni tipi di crackers, dolciumi in genere, gelati, creme, budini, pan carré

Salumi e insaccati: prosciutto cotto, salame, mortadella, salsiccia, würstel

Prodotti confezionati per l’infanzia: biscotti, alcune pastine, molti omogenizzati, liofilizzati

Prodotti dietetici, iperproteici, vitaminici e integratori per sportivi: molti di questi prodotti contengono derivati da proteine del latte

Farmaci: numerosi farmaci contengono lattosio tra gli eccipienti

Prodotti recanti la dicitura: siero di latte, proteine del latte, lattoalbumina, lattoglobulina, caseina, lattosio

COME EVITARE IL LATTE
Possiamo scegliere i latti e gli yogurt vegetali (soia, mandorle, riso, avena, cocco, miglio, quiona, nocciole, anacardi, ecc…). Assicurarsi sempre che non contengano zuccheri. Per gli sportivi è possibile trovare integratori con proteine della canapa, del riso integrale germogliato e di lupino.

Il Latte. Un Alimento da Evitare
The China Study
Lo studio più completo sull’alimentazione mai condotto finora. Sorprendenti implicazioni per la dieta, la perdita di peso e la salute a lungo termine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *