Seleziona una pagina
Influenza e tosse: 12 rimedi naturali

Influenza e tosse: 12 rimedi naturali

Una serie di rimedi naturali che possono aiutarci a prevenire e superare velocemnte raffreddore, tosse e influenza.

Le indicazioni e le posologie riportate sono puramente indicative e non sostituiscono il parere di un esperto, a cui dobbiamo sempre rivolgerci quando stiamo poco bene.

echinaceaECHINACEA
Echinacea
Si utilizza la radice della pianta. È una delle piante più conosciute e valide, ha proprietà immunostimolanti, è un antivirale utile nei casi di influenza e di herpes virus, ha un’azione antinfiammatoria. Possiede proprietà epatoprotettive e stimola le funzioni di fegato. Può essere utilizzata anche a scopo preventivo prima dell’arrivo della stagione fredda. La frazione lipofilica ha inibito le cellule tumorali in vitro.
Tintura madre: 1 cucchiaino per tre volte al giorno
Estratto fresco: 25-50 gocce per tre volte al giorno


enulaENULA CAMPANA
Inula helenium
Si utilizza la radice della pianta. È amica dei nostri brocchi, ha infatti un’azione espettorante e antispastica bronchiale. Non sopprime la tosse ma migliora la fluidità del catarro, molto utile nei casi di catarro cronico e di asma bronchiale. Non ha un’azione immediata, nei casi cronici si consigliano quindi cure prolungate. Stimola in flusso mestruale, per questo motivo è controindicata in gravidanza.
Tintura madre: 20-50 gocce per tre volte al giorno
Estratto fresco: 20-30 gocce per tre volte al giorno
Decotto: 1-2 cucchiaini per mezzo litro di acqua. Portare a ebollizione, spegnere il fuoco e lasciare in infusione per 20 minuti coprendo con un coperchio. Filtrare e bere tre tazze al giorno


saliceSALICE
Salix alba
Si utilizza la corteccia. Le sue proprietà analgesiche e febbrifughe sono conosciute da tantissimo tempo e dai sui principi attivi è stato isolato il principio che oggi troviamo nell’aspirina che compriamo in farmacia… semplicemente il salice ha molti meno effetti collaterali rispetto al farmaco. Trova quindi impiego in caso di malattie da raffreddamento con febbre. Utile come antidolorifico per chi soffre di reumatismi, aiuta a combattere il mal di testa e i dolori muscolari e articolari. Non utilizzare in caso di gravidanza, in caso di gastrite e ulcera gastrica… come l’aspirina, anche se la pianta è sicuramente meglio tollerata.
Tintura madre: 1 cucchiaino per tre volte al giorno
Decotto: 1 cucchiaio per una tazza di acqua. Portare a bollore e bollire per 5 minuti, spegner e il fuoco e lasciare in infusione per 10 minuti coperta da coperchio, filtrare e bere 3-4 tazze al giorno


ADHATODA VASICAADHATODA VASICA
Justicia adhatoda
Si utilizzano le foglie. Questa pianta viene utilizzata nella medicina ayurvedica.
Ha un’azione espettorante, allevia la tosse e fluidifica il muco, anche se molto denso e persistente. Lavora come un antistaminico naturale, è utile anche in caso di asma e allergie. Questa pianta è controindicata in gravidanza e durante l’allattamento.
Polvere: 6-12 gr al giorno
Estratto secco: 0,75-300 mg al giorno
Infuso: 1-2 cucchiaini per una tazza di acqua. Portare a bollore, spegner e il fuoco e lasciare in infusione per 5 minuti coperta da coperchio, filtrare e bere 2-3 tazze al giorno, preferibilmente dopo i pasti


ArcangelicaARCANGELICA
Angelica archangelica
Si utilizza la radice della pianta. Ha azione espettorante, utile delle affezioni delle vie respiratorie accompagnate da febbre. Durante l’assunzione prolungata di questa pianta è bene evitare di esporsi eccessivamente al sole, deve essere assunta con cautela da persone che soffrono di disturbi gastrici e reflusso esofageo. Non va assunta in caso di gravidanza o allattamento.
Tintura madre: 20-50 gocce per tre volte al giorno
Estratto fresco: 25-50 gocce per tre volte al giorno
Infuso: 1-2 cucchiaini per una tazza di acqua. Portare a bollore, spegner e il fuoco e lasciare in infusione per 15 minuti coperta da coperchio, filtrare e bere 3-4 tazze al giorno


Edera terrestreEDERA TERRESTRE
Glechoma hederacea
Impiegata nei casi di catarro, aiuta la fluidificazione, favorendone l’espulsione. È indicata nei casi di accumulo di catarro nei seni paranasali e nella faringe. Ha un’azione antinfiammatoria. Non è adatta nei casi di tosse secca. Promuove la disintossicazione da piombo, un metallo pesante molto pericolo per l’organismo.
Tintura madre: 30-60 gocce per tre volte al giorno
Estratto fresco: 20-40 gocce per tre volte al giorno
Infuso: 1 cucchiaio per ogni tazza di infuso. Portare a ebollizione e lasciare in infusione per 15 minuti coprendo con un coperchio. Filtrare e bere 3-4 tazze al giorno.


elicrisoELICRISO
Helichrysum
Si utilizzano i capolini fioriti. Ha proprietà mucolitiche, antimicotiche, antibatteriche e antinfiammatorie. Molto utile in caso di bronchiti subacute, con e senza tendenza all’asma e nella pertosse.
Tintura madre: 50 gocce per tre volte al giorno
Estratto fresco: ½-1 cucchiaino per tre volte al giorno
Infuso: 1 cucchiaio per ogni tazza di infuso. Portare a ebollizione e lasciare in infusione per 10 minuti coprendo con un coperchio. Filtrare e bere 3 tazze al giorno. La tisana va prepara e bevuta subito.
Macerazione a freddo: 1 cucchiaio per ogni tazza di infuso, si utilizza acqua a temperatura ambiente e si lascia in infusione per 2-3 ore. Filtrare e bere 3 tazze al giorno.


FARFARAFARFARA
Tussilago farfara
La farfara calma la tosse, ha un’azione emolliente, antinfiammatoria ed espettorante. Utile in particolare nei casi di catarro difficile da espellere e nei casi cronici. Non va utilizzata per periodi superiori alle 4-6 settimane l’anno, non utilizzare in caso di gravidanza e allattamento.
Tintura madre: 30 gocce per tre volte al giorno
Infuso: 1-2 cucchiaini per ogni tazza di infuso. Portare a ebollizione e lasciare in infusione per 15 minuti coprendo con un coperchio. Filtrare e bere 3 tazze al giorno. Nel caso di accumuli di catarro bere una tazza la sera prima di coricarsi e una tazza la mattina appena svegli.


BAPTISIABAPTISIA
Baptisia
Si utilizza la radice. È meno conosciuta dell’echinacea, ma le sue proprietà sono molto simili. Aumenta la risposta immunitaria ed è particolarmente efficace nelle infezioni delle alte vie respiratorie, come tonsilliti, faringiti e sinusiti, è utile soprattutto quando è presente anche febbre. Non va assunta in gravidanza.
Tintura madre: 10-25 gocce per tre volte al giorno
Estratto fresco: 15-60 gocce al giorno
Decotto: ½-1 cucchiaino per ogni tazza. Portare a ebollizione e far bollire per 15 minuti. Filtrare e bere 3 tazze al giorno.


piantagginePIANTAGGINE
Plantago lanceolata
Si usa nelle infiammazioni catarrali delle vie respiratorie, in caso di muco vischioso e per le irritazioni alla bocca. Ha spiccate proprietà antibatteriche, che vengono perse qualora si utilizza sotto forma di infuso o decotto, non va quindi sottoposta a riscaldamento.
Tintura madre: 1 cucchiaino per tre volte al giorno
Estratto fresco: 35-70 gocce per tre volte al giorno
Infuso: 1 cucchiaio per ogni tazza di infuso. Portare a ebollizione e lasciare in infusione per 15 minuti coprendo con un coperchio. Filtrare e bere 3-4 tazze al giorno.


timoTIMO
Thymus
Il timo viene impiegato come antisettico, vermifugo ed espettorante. L’infuso è un ottimo supporto nelle malattie da raffreddamento in caso di tosse, asma, bronchite e raffreddore. Utile anche nei disturbi legati alla cattiva digestione con gonfiori addominali. Non va assunto in gravidanza.
Tintura madre: 1 cucchiaino per 3-4 volte al giorno
Infuso: 1-2 cucchiaini per ogni tazza di infuso. Portare a ebollizione e lasciare in infusione per 10 minuti coprendo con un coperchio. Filtrare e bere 3-4 tazze al giorno.


propoliPROPOLI
Un vero antibiotico naturale, ha proprietà antivirali, inibisce il virus dell’influenza, utilissimo quindi per prevenire e curare le malattie da raffreddamento. Viene utilizzato anche nel trattamento delle infezioni delle alte vie respiratorie e nelle infezioni polmonari. Ha un’azione antibatterica nei confronti di diversi batteri, in vitro si è dimostrata molto utile nel combattere la candida. La sua azione antinfiammatoria si estende alle mucose e alla cute, supporta il sistema immunitario rendendolo più resistente alle infezioni. Diversi studi hanno dimostrato un’azione antiproliferativa della propoli sui ceppi tumorali.
Le persone allergiche al polline possono avere problemi nell’assumere la propoli.
Non è un rimedio adatto ai vegani.
Tintura: 25-50 gocce al giorno, da assumere lontano dai pasti
In granuli o polvere: 300-500 mg al giorno, nelle forme acute di può arrivare a 1 gr per tre volte al giorno, è bene iniziare gradualmente.

Diffusore: per chi soffre di bronchiti, mal di gola, sinusite e raffreddori cronici, per chi soffre di allergie ed asma un ottimo acquisto è il diffusore di propoli, alcuni modelli sono dotati di ionizzatore. Certo non costa poco, però è davvero un prodotto valido.

Propolina P2 - Diffusore di Propoli per Ambienti con Ionizzatore
L’ape amica dei bambini che diffonde i benefici della propoli.
Echinacea - Integratore Alimentare
Coadiuvante delle fisiologiche funzioni del sistema immunitario
Vitamine Ortomolecolari - Integratore per il Sistema Immunitario
Vitamine e minerali che sostengono le difese immunitarie
Rosa Canina Vita C - Integratore in Compresse
Integratore alimentare a base di Rosa Canina e Vitamina C

Potrebbero interessarti anche…

Zanzare KO con i rimedi naturali

Zanzare KO con i rimedi naturali

Tenere lontane le zanzare in modo naturale è possibile?
Vediamo come fare e impariamo a preparare un olio e uno spray fai da te!

LEDUM PALUSTRE
Detto anche rosmarino selvatico, il Ledum Palustre agisce direttamente sull’odore del nostro sangue, rendendolo sgradevole alle zanzare. E’ un rimedio omeopatico e va assunto per tutto il periodo in cui le zanzare sono presenti, nella dose di 3 granuli per 3-4 volte al giorno, la diluizione più utilizzata è la 5CH.
In commercio esistono anche degli oli per il corpo che contengono il Ledum Palustre e, applicati sulla pelle, allontanano le zanzare… verificate sempre la qualità di questi prodotti e tutti ingredienti che contengono prima di acquistarli.

 

BASILICO
Il profumo del basilico risulta sgradito alle zanzare, mettiamo quindi sui nostri davanzali dei vasetti di basilico fresco e diffondiamo nell’ambiente l’olio essenziale di basilico con un diffusore di aromi, 10-15 gocce per stanza.

 

CALENDULA
Il fiore della calendula è molto bello, il suo profumo vi aiuterà a tenere lontane le zanzare… coltivatelo in vasi da posizionare sul balcone e in giardino. In caso di puntura mescolate 2 gocce di olio essenziale di calendula in pochissimo olio di oliva extravergine e massaggiate la zona interessata, allevierà il prurito.

 

CATAMBRA
La catambra è considerata la pianta anti-zanzare per eccellenza, contiene il catalpolo, una sostanza naturale che esercita una potente azione repellente contro le zanzare. Non ha profumo, può essere utilizzata sia in giardino che in vaso. Non è una pianta economica, il suo costo varia molto dalle dimensioni dell’esemplare acquistato.
Può raggiungere i 3,5 m di altezza e la sua chioma tondeggiante si può estendere per 4-5 metri di diametro, non necessita di potatura. Il suo raggio di azione repellente raggiunge il doppio della sua chioma… è facile dunque capire che gli esemplari molto piccoli hanno un raggio di azione molto piccolo.

 

CITRONELLA
L’olio essenziale di citronella ha un profumo che tiene lontani gli insetti, possiamo miscelare 20 gocce di questo olio in mezzo bicchiere di olio di oliva extravergine, oppure un una buona crema neutra, e utilizzare questo composto come olio (o crema) per il corpo. Renderà la nostra pelle morbida, profumata e terrà lontane le zanzare. Possiamo diffondere l’essenza nell’ambiente con un diffusore, 10-15 gocce saranno sufficienti per una stanza di circa 15 mq. La pianta della citronella forma un bel cespuglio, possiamo piantarla in giardino, ma si adatta bene anche alla coltivazione in vaso.

 

GERANIO
L’olio essenziale di geranio è un’ottimo insetticida, possiamo utilizzarlo per creare lozioni per il corpo, ma possiamo anche diffonderlo nell’ambiente al posto delle nocive piastrine anti-zanzare. Prendiamo quindi un diffusore per ambienti e aggiungiamo all’acqua 10-15 gocce di olio essenziale di geranio, terrà lontane le zanzare nella stanza in cui è posizionato e diffonderà un buon profumo di fiori. Se avete un balcone scegliete i gerani fra le piante da mettere in vaso.

 

MELALEUCA
L’olio essenziale di maleleuca, chiamato anche Tea Tree Oil, è un ottimo rimedio in caso di puntura. Basterà miscelare 8 gocce di questo olio essenziale in mezzo bicchiere di olio vettore e avrete una miscela pronta all’uso.

 

OLIO DI NEEM
L’olio di Neem è un ottimo repellente contro gli insetti, può essere applicato sulla pelle per tenere lontane le zanzare (anche se non ha un buon profumo) ma può essere utilizzato anche come dopo-puntura sui punti colpiti per attenuare prurito e arrossamento.
Se avete dei vasi sul balcone o in giardino potete aggiungere poche gocce di quest’olio nei sottovasi, dove spesso c’è dell’acqua stagnante… l’olio impedirà alle larve delle zanzare di raggiungere il pieno sviluppo.

 

OLIO ANTI-ZANZARE FAI DA TE
Ingredienti:
½ bicchiere di olio di sesamo
5 gocce di olio essenziale di geranio
5 gocce di olio essenziale di citronella
5 gocce di olio essenziale di lavanda
Mettete gli ingredienti in un barattolo con chiusura ermetica, agitare e utilizzare questo olio dopo la doccia… avremo una pelle morbida e le zanzare gireranno alla larga! Ricordatevi sempre di testare i prodotti che contengono degli oli essenziali su una piccola zona di pelle e di acquistare solo oli essenziali purissimi e biologici, quelli adatti all’uso alimentare saranno perfetti anche per uso esterno.

 

SPRAY ANTI-ZANZARE FAI DA TE
Ingredienti:
80 ml di acqua distillata
20 ml di alcool 95% alimentare
15 gocce di olio essenziale di geranio
15 gocce di olio essenziale di tea tree
5 gocce di olio essenziale di menta
Mettete gli ingredienti in un flacone spray, agitate bene e utilizzate questo spray sul corpo. Ricordatevi sempre di testarlo prima su una piccola zona, ad esempio sul polso.

 

IL RIMEDIO DELLA NONNA
Mettere sul davanzale un piatto con sopra una cipolla tagliata a metà nella quale avete infilato dei chiodi di garofano, appoggiate la parta tagliata verso l’alto, funzionerà da repellente

Olio di Base Neem
Semi indiani spremuti a freddo
Citronella di Giava - Olio Essenziale Biologico
Proprietà antibatteriche e anti zanzare
Tea Tree - Olio Essenziale 100%
Antibatterico ed estremamente potente!
Geranio - Olio Essenziale
Aroma naturale per alimenti

Potrebbero interessarti anche…

Pin It on Pinterest

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi