Seleziona una pagina

Il suo chicco triangolare è inconfondibile. 

Non contiene glutine, anche perché non è un vero e proprio cereale, infatti appartiene alla famiglia delle poligonacee e non delle graminacee. Cresce in luoghi freddi, proprio per questo la sua caratteristica è quella di apportare molto calore a chi si nutre dei suoi chicchi, è facile quindi intuire che il suo consumo è da preferire nel periodo invernale.

È ricco di ferro e sali minerali, il valore biologico delle sue proteine è paragonabile a quello delle proteine della carne e della soia, è ottimo per dare energia e vigore.

È utile per conservare l’elasticità dei tessuti dei vasi sanguigni, aiuta a eliminare i liquidi in eccesso e rinforza reni e organi sessuali.

In Italia viene utilizzato soprattutto in montagna, nella preparazione dei pizzoccheri e della polenta taragna, il suo uso in chicco invece è meno frequente, ma è ottimo e va comunque incentivato e consigliato.

Yin-Yang: il grano saraceno porta dentro di sé l’energia Acqua, il suo consumo aiuta l’energia di reni e vescica. Va consumato preferibilmente in inverno per il suo potere riscaldante. 

Valori nutrizionali indicativi per 100 gr di grano saraceno decorticato:
Kcal: 349
Carboidrati: 61,5 gr
Proteine: 13,2 gr
Lipidi: 3,4 gr
Fibre alimentari: 10 gr

 

Potrebbero interessarti anche…

Pin It on Pinterest

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi