Seleziona una pagina
Cous-cous di cavolfiore

Cous-cous di cavolfiore

Sembra un cous-cous o un bulgur vero? Invece è cavolfiore… buono, saporito, allegro!

Nella foto vedere la preparazione con il cavolfiore bianco, ieri sera ho rifatto il piatto utilizzando il cavolo romano e il risultato è stato davvero ottimo.

INGREDIENTI

  • 1 cavolfiore
  • 1 carota
  • piselli cotti
  • cipolla
  • curcuma
  • sale

PROCEDIMENTO
Lavate il cavolfiore, tagliatelo a pezzetti e frullatelo fino ad ottenere dei pezzettini piccoli. Tagliate la cipolla e fatela imbiondire in una pentola antiaderente con un po’ di olio. Aggiungete ora la carota tagliata a rondelle.

Dopo 5 minuti aggiungete il cavolfiore sminuzzato, aggiungete sale e curcuma e mescolate bene, aggiungete i piselli già cotti. Lasciate cuocere 5 minuti coprendo con un coperchio e aggiungendo un goccino di acqua.

Spegnete e lasciate la pentola coperta per qualche minuto, il cavolfiore continuerà a cuocere con il vapore che si è creato. Impiattate e …buon appetito!

Che Cavolo Mangio?
La cucina preventiva porta in tavola il sorriso
Riciclare in Cucina
L’arte di utilizzare con gusto scarti e avanzi
Voto medio su 3 recensioni: Buono

Potrebbero interessarti anche…

Crema di cavolo rosso

Crema di cavolo rosso

ORTOBRODO DI OTTOBRE

Buona e colorata… assolutamente da fare!

INGREDIENTI

  • 1 cavolo cappuccio rosso
  • 1 carota
  • 1 porro
  • 3-4 cm di alga kombu
  • 2 cucchiaini di dado vegetale fatto in casa
  • Prezzemolo

PROCEDIMENTO
Lavate le verdure, tagliate il porro a rondelle, la carota a dadini e il cavolo cappuccio a listarelle. Mettete tutto in una pentola, aggiungete l’alga kombu e 2 cucchiaini di dado vegetale fatto in casa e fate cuocere per 45-50 minuti.

Frullate con un mini-pimer, versate in una ciotola, aggiungete del prezzemolo e la vostra crema è pronta!

Potrebbero interessarti anche…

Passato di sedano rapa

Passato di sedano rapa

Tornano le vellutate, le zuppe, i minestroni, i passati di verdura… sì, lo so, è presto… ma l’altra sera ne avevo proprio voglia 🙂

Così ho preso gli ingredienti che avevo in casa e il risultato è stato davvero buono.
Il sedano rapa contiene pochissime calore, solo 23 per 100 gr, è diuretico e ricchissimo di fibre… ottimo alleato quindi del nostro intestino e utilissimo per combattere la ritenzione idrica.

INGREDIENTI

  • 1 sedano rapa (circa 250 gr)
  • 1 porro
  • 2 gambi di sedano
  • 1 patata
  • 2 cucchiaini di dado vegetale fai da te (clicca qui per la ricetta)
  • acqua

PROCEDIMENTO
Sedano rapa
Mondate, lavate e tagliate a tocchetti piccoli le verdure. Mettete tutto in una pentola, coprite d’acqua, aggiungete il dado vegetale auto-prodotto e fate cuocere per circa 30-40 minuti.

Una volta che tutti gli ingredienti saranno cotti potete frullare tutto con un mini-pimer.

Buon appetito!

L'Orto sul Terrazzo
Come coltivare frutta e verdura in città
Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere
Erbe Spontanee
Impariamo a riconoscerle, cucinarle, conservarle
Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere
Erbe Spontanee in Tavola
Per una cucina selvatica con ricette sane, naturali e locali
Voto medio su 11 recensioni: Buono

Potrebbero interessarti anche…

Crema di sedano della Dott.ssa Maria Papavasileiou

Crema di sedano della Dott.ssa Maria Papavasileiou

Questa ricetta mi è stata data dalla Dott.ssa Maria Papavasileiou insieme alla mia dieta personalizzata vegan, voglio condividerla con voi perché è semplice ma deliziosa.

Chi segue i miei corsi sull’alimentazione vegetale e integrale sa che io consiglio sempre di rivolgersi ad un nutrizionista, anche se non dobbiamo perdere peso…è importante anche per confrontarci e vedere se possiamo migliorare, se facciamo degli errori, cosa possiamo fare per rendere più equilibrata la nostra dieta.

Maria Papavasileiou è una dottoressa specializzata in dietologia e nutrizione umana vegan, lavora a Milano ma potete fissare una consulenza anche on-line, è molto gentile, disponibile e seria.

La trovate qui: www.dieta-personalizzata.it

INGREDIENTI per 4 persone

  • 1 gambo di sedano (il mio pesava 600 gr)
  • 2 carote
  • 2 cipolle
  • 1 patata
  • 25 gr di pinoli
  • 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato
  • 1 spicchio di aglio
  • 4 foglie di alloro
  • olio extravergine d’oliva
  • sale

PROCEDIMENTO
Affettate le cipolle e le carote e fatele rosolare a fuoco basso per 10 minuti insieme alle foglie di alloro. Aggiungete il sedano lavato e tagliato a tocchetti (tenete da parte le foglie più tenere) e lasciatelo insaporire per 10 minuti.

A questo punto unite la patata tagliata a cubetti e dopo 5 minuti un litro abbondante d’acqua calda. Portate a ebollizione, salate e fate cuocere a fuoco moderato per 25 minuti. Una volta pronto togliete le foglie di alloro e frullate direttamente un pentola con un minipimer.

In un’altra pentola mettete poco olio, il succo spremuto dello zenzero e fate rosolare. Aggiungete ora la vostra crema e mescolate.

Servite aggiungendo ad ogni porzione un po’ delle foglie di sedano crudo che avevate messo da parte e i pinoli. Al posto del sale ho utilizzato due cucchiaini del mio dado vegetale fatto in casa.

Potrebbero interessarti anche…

Crema di zucca con castagne

Crema di zucca con castagne

ORTOBRODO DI GENNAIO

Ecco l’ortobrodo di gennaio, una crema semplice e molto saporita.

Adoro zucca, castagne e polenta…così in questa crema li ho uniti tutti! Si tratta di una vellutata di zucca con castagne lesse e crostini di polenta alla cannella e paprika.

INGREDIENTI

  • 1 zucca
  • 5 castagne a persona già lessate
  • 125 gr di farina integrale per polenta istantanea
  • 1 cipolla
  • 1 cucchiaino raso di dado vegetale fatto in casa a persona
  • Acqua
  • Un pizzico di cannella
  • Un pizzico di paprika
  • Sale
  • Olio evo

PROCEDIMENTO
Prendiamo una zucca, laviamola molto bene sfregandola con una spugna, poi tagliamola in 8 spicchi. Dobbiamo lavarla molto bene perché mangeremo anche la buccia… sì, perché è ricchissima di proprietà ed è un vero peccato buttarla visto che è anche saporitissima!

Adagiamo i nostri pezzettoni in una pirofila e inforniamo a 180°C per circa 1 ora senza aggiungere nessun condimento.

Mentre la zucca cuoce mettiamo a scaldare mezzo litro di acqua salata, quando bolle versiamo a pioggia, poco per volta, la farina integrale per polenta istantanea (io ho utilizzato quella di Baule Volante ma la trovate anche di La Finestra sul Cielo) e giriamo senza fermarci per evitare che si formino grumi. Dopo 8-10 minuti spegniamo il fuoco e versiamo la polenta su un tagliere di legno in modo che possa rapprendersi e raffreddarsi.

Una volta che la zucca è pronta possiamo tenerne qualche pezzetto da parte da mangiare così com’è e una parte invece la frulliamo in un mixer fino ad ottenere una crema, se necessario possiamo aggiungere un pochino di acqua.

Ora scaldiamo in una pentola un filo di olio, aggiungiamo una cipolla tritata e facciamo rosolare. Aggiungiamo la crema di zucca e mescoliamo bene.

Per regolare il sapore possiamo aggiungere del sale marino integrale, oppure, come ho fatto io, un pochino del mio dado vegetale fatto in casa.

Tagliamo una fettina di polenta, tagliamo dei dadini e facciamoli rosolare in un pentolino antiaderente con olio, un pizzico di cannella e di paprika, devono risultare molto dorati e croccanti.

Versiamo la crema nei piatti, aggiungiamo 5 castagne lesse tagliate in due a piatto e aggiungiamo i crostini di polenta ed è pronto!

La zucca ha pochissime calorie, è ricca di beta-carotene, omega-3, vitamine e minerali. Ha molta fibra e apporta soltanto 25 calorie per 100 gr… quindi è davvero adatta a tutti, anche a chi vuole perdere peso. Ricordatevi di mangiare anche la buccia, non buttatela… è squisita e ricca di nutrienti!

Potrebbero interessarti anche…

Zucchine pressate sott’olio

Zucchine pressate sott’olio

In questa stagione la zucchina è la regina delle nostre tavole… se vogliamo possiamo quindi conservarne qualcuna per l’inverno… ecco una ricetta di esempio. Voi potete utilizzare tutte le spezie e gli aromi che preferite, non dovete necessariamente seguire la ricetta alla lettera.

INGREDIENTI

  • Zucchine
  • Olio evo spremuto a freddo
  • Sale grosso marino integrale
  • Aglio
  • Peperoncino
  • Timo fresco
  • Alloro

PROCEDIMENTO
Pressa-verdureLavare le zucchine, tagliatele a metà e scavate l’interno… come si fa quando si preparano le zucchine ripiene.

Terremo per la conserva solo la parte esterna per non avere zucchine troppo molli. L’interno però non buttatelo, potete utilizzarlo per fare delle polpette o come ripieno per altre verdure.

Ora tagliate le zucchine a spicchi di circa mezzo centimetro e metteteli dentro a un colapasta, aggiungete del sale grosso e mescolate bene in modo da distribuire il sale in modo uniforme. Le nostre zucchine ora vanno pressate.

Se avete un pressa-verdure potete utilizzare quello (se non sapete dove acquistarlo in fondo alla pagina vi ho inserito il link per ordinarlo online), altrimenti mettete il vostro scolapasta nel lavandino e appoggiatevi sopra una pentola piena di acqua, in modo che faccia da peso. Lasciate riposare 4 ore… perderanno tutta l’acqua in eccesso.
Conserve zucchine

Passato questo tempo risciacquate le zucchine sotto l’acqua corrente per eliminare l’eccesso di sale e stendetele su degli strofinacci da cucina per farle asciugare.

Ora sterilizziamo i barattoli di vetro facendoli bollire in acqua per 30 minuti e lasciandoli asciugare prima a testa in giù o poi rivolti verso l’alto, evitate di asciugare l’interno con uno strofinaccio perché potreste portare batteri all’interno.

Ora prepariamoci a confezionare i nostri barattoli… mettiamo le zucchine e aggiungiamo in modo uniforme gli aromi, l’aglio a fettine, il peperoncino, il timo fresco e le foglie di alloro. Riempite di olio di ottima qualità i barattoli avendo l’accortezza di eliminare eventuali bolle di aria muovendo e agitando  un po’ i barattoli… chiudete e lasciate riposare la vostra conserva per almeno un mese prima di aprirla e gustarla.

Come sappiamo tutti le conserve sott’olio hanno le calorie dell’olio che “pesano” nel conteggio finale, quindi usiamole con parsimonia. Chi segue i miei corsi sa che io dico sempre di non mangiare zucchine in inverno perché non è la loro stagione… le conserve di zucchine sono un’eccezione, usate con moderazione vanno bene in inverno perché sono un cibo concentrato e che ha perso la maggior parte della sua acqua durante la pressatura…. quindi non ci metterà freddo 🙂

Fermenti
I cibi fermentati, buoni da gustare e amici dell'organismo
Il Tuo Grande Libro dei Cibi Fermentati
Ricette e preparazioni naturali a impatto zero
Voto medio su 6 recensioni: Da non perdere

Potrebbero interessarti anche…

Pin It on Pinterest

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi