Seleziona una pagina
Grano saraceno germogliato

Grano saraceno germogliato

Ecco una preparazione raw davvero interessante!

Preparare il grano saraceno germogliato essiccato è un’operazione semplice e il risultato è davvero goloso, la germinazione attiva i nutrienti e rende i semi più completi sotto il profilo nutrizionale.

I semi possono essere poi mangiati freschi, oppure essiccati a bassa temperatura per renderli croccanti e per poterli conservare più a lungo.
Il procedimento che vedremo attiva i nutrienti senza arrivare alla germogliazione vera e propria, poco indicata per il grano saraceno.

Il grano saraceno apporta calore al corpo, il suo consumo infatti viene consigliato nella stagione invernale, “non-cucinato” come vedremo qui sotto, invece, si presta anche al meraviglioso periodo della primavera e dell’estate. E’ un buon alleato nei momenti di stanchezza, ridona vitalità grazie al suo elevato contenuto di minerali e al suo alto valore proteico. Aiuta a conservare l’elasticità dei vasi sanguini e migliora il microcircolo.

INGREDIENTI
500 gr di grano saraceno
acqua

PROCEDIMENTO
Mettiamo il grano saraceno in un colino e laviamoli molto bene sotto l’acqua corrente. Versiamoli in una ciotola e copriamo con acqua fredda, lasciamo in ammollo per un’ora.

Ora scoliamo i chicchi e lasciamoli dentro il colino, appoggiando quest’ultimo dentro una ciotola per permettere all’acqua in accesso di uscire. Copriamo con un telo e lasciamo germogliare per 8 ore.

Trascorso questo tempo vedrete che il chicco sarà cresciuto di volume, ma non sarà ancora germogliato. I chicchi possono essere mangiati già così e si conservano in frigorifero per qualche giorno, saranno morbidi e il loro sapore è gradevole e delicato.

ESSICCAZIONE
grano saraceno germogliatoStendete i chicchi sui ripieni dell’essiccatore, se avete dei ripiani con dei buchi grandi mettete sotto della carta da forno.

Fate partire l’essiccazione… 12 ore a 40°C.

Una volta terminato mettete i chicchi in un vaso di vetro con chiusura ermetica, si conservano anche per qualche mese. Avrete ora dei chicchi croccanti dal sapore gradevole e delicato.

Se non avete un essiccatore potete utilizzare un forno, impostatelo alla minima potenza e lasciate lo sportello leggermente aperto. Il consumo in corrente purtroppo non ha paragoni, un essiccatore a 40°C consuma come una lampadina accesa, un forno tradizionale sicuramente di più.
L’alternativa può essere utilizzare i termosifoni in inverno e il sole in estate… sicuramente più ecologico e conveniente 🙂

grano saraceno germogliatoCOME SI USA
Il grano saraceno germogliato è davvero molto versatile e arricchisce molti nostri piatti. Può essere aggiunto alle insalate, allo yogurt e al porridge. Può essere un ingrediente di tutto pregio in alcuni dolci e nei pani, sia crudisti che non.

Insomma… l’ingrediente lo avete, ora serve solo la fantasia!

Grano Saraceno Decorticato Biologico
Fonte di fibre e di proteine, a basso indice glicemico
L'essenza del Crudo
Oltre 180 ricette crudiste, vegan e biologiche

Potrebbero interessarti anche…

Crostata saracena

Crostata saracena

Visto che ho macinato più farina di riso di quanto me ne servisse…perché non fare anche la farina di grano saraceno e provare a preparare una crostata? Ecco il risultato… davvero buona!

 

INGREDIENTI

  • 120 gr di farina di grano saraceno
  • 50 gr di farina di riso integrale
  • 70 ml di olio di semi di mais o girasole
  • 1 cucchiaino raso di bicarbonato
  • 3 cucchiai di zucchero di canna grezzo tipo Panela
  • la scorza grattugiata di mezzo limone biologico
  • un pizzico di sale
  • acqua
  • marmellata a scelta

PROCEDIMENTO
Mescolate in una ciotola le farine, lo zucchero, il sale e il bicarbonato e mescolate bene. Aggiungete la scorza di limone, l’olio e un goccio di acqua. Mescolate e, se l’impasto risulta essere troppo duro, aggiungete un filo di acqua.

Formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente, e mettete a riposare in frigorifero per 30 minuti.

Passato questo tempo prendete la pasta e foderate una piccola teglia oliata, formando dei bordi più alti. Tenete da parte un pezzetto di pasta per creare le strisce. Riempite la crostata con la marmellata che preferite e disponete sopra le strisce di pasta. Infornate a 180°C per 20-25 minuti.

Il sapore del grano saraceno è intenso, quindi se non vi piace potete utilizzare più farina di riso, o magari aggiungere anche della farina fioretto per ridurre la quantità di grano saraceno

Potrebbero interessarti anche…

Grano saraceno

Grano saraceno

Il suo chicco triangolare è inconfondibile. 

Non contiene glutine, anche perché non è un vero e proprio cereale, infatti appartiene alla famiglia delle poligonacee e non delle graminacee. Cresce in luoghi freddi, proprio per questo la sua caratteristica è quella di apportare molto calore a chi si nutre dei suoi chicchi, è facile quindi intuire che il suo consumo è da preferire nel periodo invernale.

È ricco di ferro e sali minerali, il valore biologico delle sue proteine è paragonabile a quello delle proteine della carne e della soia, è ottimo per dare energia e vigore.

È utile per conservare l’elasticità dei tessuti dei vasi sanguigni, aiuta a eliminare i liquidi in eccesso e rinforza reni e organi sessuali.

In Italia viene utilizzato soprattutto in montagna, nella preparazione dei pizzoccheri e della polenta taragna, il suo uso in chicco invece è meno frequente, ma è ottimo e va comunque incentivato e consigliato.

Yin-Yang: il grano saraceno porta dentro di sé l’energia Acqua, il suo consumo aiuta l’energia di reni e vescica. Va consumato preferibilmente in inverno per il suo potere riscaldante. 

Valori nutrizionali indicativi per 100 gr di grano saraceno decorticato:
Kcal: 349
Carboidrati: 61,5 gr
Proteine: 13,2 gr
Lipidi: 3,4 gr
Fibre alimentari: 10 gr

 

Potrebbero interessarti anche…

Pin It on Pinterest

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi