Seleziona una pagina
Dolcetti del Dr. Berrino

Dolcetti del Dr. Berrino

Questi dolcetti vengono preparati in Cascina Rosa, all’Istituto dei Tumori di Milano… sono semplicissimi e davvero squisiti!

INGREDIENTI

  • 3 mele biologiche
  • farina di mandorle
  • 1 pizzico di sale

PROCEDIMENTO
Lavate le mele, sbucciatele e grattuatele, mettetele in un pentolino e fatele cuocere per 5 minuti aggiungendo un pizzico di sale. Aggiungete la farina di mandorle, quanta basta per ottenere un impasto modellabile.

Formate delle palline con le mani e disponetele su una teglia ricoperta da un foglio di carta da forno. Infornate per 10 minuti in forno caldo a 180°C.

Questi dolcetti sono semplicissimi da preparate. Ricchissimi di calcio, sono ottimi per le donne in menopausa!

Il Cibo dell'Uomo
La via della salute tra conoscenza scientifica e antiche saggezze - Nuova Edizione Aggiornata

Potrebbero interessarti anche…

Miglio con verdure

Miglio con verdure

INGREDIENTI

  • 100 gr di miglio decorticato
  • 2 zucchine
  • 2 carote
  • 50 gr di piselli cotti
  • ½ cipolla
  • Olio evo
  • Tamari

PROCEDIMENTO
Fate saltare la cipolla in poche gocce di olio extravergine di oliva, aggiungete il miglio precedentemente risciacquato sotto l’acqua fredda e tostatelo un minuto.

Unite le carote e le zucchine tagliate a dadini e fate rosolare un paio di minuti. Aggiungete l’acqua, coprite e fate cuocere per 30 minuti o finchè tutta l’acqua si sia assorbita. Aggiungete qualche goccia di tamari e i piselli negli ultimi minuti di cottura e mescolate.

Il miglio è l’unico cereale con effetto alcalinizzante, è adatto anche a chi soffre di celiachia e migliora la lucentezza della pelle e dei capelli.

Cavoli e Zucche in Cucina
Oltre 100 ricette attinte dalla tradizione ma anche nuove con cavoli e zucche, due preziosi ortaggi, spesso trascurati nelle diete convenzionali
Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere

Potrebbero interessarti anche…

Pic-nic con quinoa

Pic-nic con quinoa

In questi giorni fa particolarmente caldo… vorrei quindi proporvi dei piatti freschi, sani e che si possono facilmente portare con sé per organizzare un pic-nic al parco, al mare o in montagna… basterà avere uno zaino per portare con voi questo pasto da veri chef… e, se siete in montagna, non dimenticatevi di raccogliere mirtilli, lamponi e fragoline di bosco per la vostra merenda a doc!

Le ricette che vi segnalo sono a base di quinoa, perché questo “pseudocereale” è davvero adatto al clima caldo.

QUINOA ALLE ZUCCHINE
INGREDIENTI

  • 1 tazza di quinoa
  • 3-4 zucchine
  • 2 tazze di rucola
  • 2 cipollotti
  • 10 mandorle
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1 cucchiaino di capperi (sciacquati per togliere l’eccesso di sale)
  • Timo e origano
  • 1 pizzico di sale

PROCEDIMENTO
Mettete la quinoa in un colino a maglia fine e sciacquatela sotto l’acqua, mettetela in un pentolino insieme a due tazze di acqua e fatela cuocere (non va scolata, deve assorbire tutta l’acqua). Fate un soffritto con il cipollotto tagliato sottile, aggiungete le zucchine lavate e tagliate a julienne, i capperi, un pizzico di sale e fate saltare per pochi minuti. Le zucchine dovranno risultare ancora croccanti. Tritate finemente la rucola e le mandorle, potete aiutarvi con un frullatore e aggiungere un filo di olio evo. Mettete ora la quinoa e le zucchine in una ciotola, aggiungete il timo, l’origano e il “pesto” di rucola e mescolare bene. Questo piatto è davvero delizioso freddo, potete metterlo dentro un recipiente di vetro (o plastica) e portarlo con voi nelle vostre gite.

 


CRESPELLE DI QUINOA ALLA SCAROLA
INGREDIENTI per la piadina

  • 120 gr di farina di quinoa
  • 30 gr di farina di riso integrale
  • 400 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1 pizzico di sale

INGREDIENTI per il ripieno

  • 2 teste di scarola
  • 75 gr di tofu
  • 10 olive in salamoia
  • ½ cipolla
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1 pizzico di sale

PROCEDIMENTO
Mettete in una ciotola le farine, l’olio e il sale, mescolate bene incorporando poco per volta l’acqua e lavorate la pasta fino ad ottenere un composto liquido ed omogeneo. Fate riposare mentre preparate il ripieno.
Mettete in una pentola antiaderente un filo d’olio e la cipolla tagliata a mezzaluna, fatela dorare e aggiungete la scarola, precedentemente lavata, asciugata e tagliata a striscioline. Aggiungete un pizzico di sale, coprite e fate cuocere fino a quando la scarola non sarà morbida.
Ora fate bollire dell’acqua in un pentolino, mettete a cuocere il vostro panetto di tofu per circa 10 minuti, scolatelo, fatelo raffreddare e mettetelo in un frullatore insieme alle olive denocciolate e frullate fino ad ottenere una crema omogenea.
Prendete una pentola antiaderente abbastanza grande per cuocere le vostre crespelle, ungetela con dell’olio di oliva extravergine e fatela scaldare. Versate circa un mestolo del composto, cercando di distribuirlo bene per ottenere una crespella sottile e uniforme, fate cuocere pochi minuti e appoggiatela delicatamente su un piatto. Proseguite nel fare le vostre crespelle e fatele poi raffreddare.
Ora prendete una crespella, spalmate su una metà la crema di tofu e olive, farcite con la scarola e richiudete a metà (oppure potete arrotolarla).

 


BISCOTTI MELA E QUINOA
INGREDIENTI

  • 300 gr di quinoa cotta
  • 100 gr di mandorle tritate
  • 70 gr di farina di riso integrale
  • 2 mele
  • 2 cucchiai di uvetta sultanina
  • 2 cucchiai di malto di riso (chi soffre di celiachia può optare per lo sciroppo di riso)
  • ½ bicchiere d’acqua
  • 1 pizzico di sale

PROCEDIMENTO
In una ciotola mescolate la quinoa cotta con le mandorle tritate, aggiungete l’uvetta ammollata in ½ bicchiere d’acqua (aggiungete anche l’acqua di ammollo), la farina, il malto, un pizzico di sale e le mele lavate e grattugiate. Mescolate bene fino ad ottenere una pasta omogenea. Coprite una teglia con della carta da forno, aiutandovi con un cucchiaio componete dei biscotti e appoggiateli sulla teglia. Infornate a 180°C per 25-30 minuti, fino a quando i biscotti non saranno dorati.

Consiglio: se avete un buon frullatore potete prepararvi da soli la farina, semplicemente frullando la quinoa e il riso integrale, le farine macinate al momento hanno un’energia maggiore e una vitalità molto forte rispetto dalle farine già pronte. In commercio si trovano anche dei piccoli mulini a pietra elettrici da casa di dimensioni ridotte… oppure potete optare per i più economici mulini a mano… ci avevate mai pensato? 🙂

Potrebbero interessarti anche…

Kanten alle fragole

Kanten alle fragole

INGREDIENTI

  • 500 ml di succo di mele limpido (senza zucchero)
  • il succo di mezzo limone
  • 2 ½ cucchiai di alga agar-agar in fiocchi
  • 8-10 fragole
  • 1 pizzico di sale

PROCEDIMENTO
Lavate le fragole e tagliatele a fettine sottili. Mettete il succo di mela in un pentolino, aggiungete l’agar-agar e un pizzico di sale, fate scaldare per un minuto e unite il succo di mezzo limone.

Fate sobbollire per qualche minuto per far sciogliere l’alga, mescolando di frequente. Aggiungete metà delle fragole e lasciate sul fuoco altri due minuti.

Versate il composto in uno stampino per budini in silicone, disponete le fragole rimanenti e fate raffreddare, mettere poi in frigorifero per almeno un’ora… il vostro dessert si solidificherà e sarà pronto da gustare!

Consiglio: questo è un dolce fresco, salutare, senza grassi e inoltre l’alga agar-agar aiuterà il nostro metabolismo a funzionare meglio

Agar Agar Fiocchi - Alghe Marine Essiccate
Ottimo per preparare gelatine da dessert
Dolce senza Zucchero
100% cucina naturale & biologica con basso carico glicemico

Potrebbero interessarti anche…

Miglio

Miglio

Era stato destinato a essere solo il pasto di uccellini, negli ultimi anni è stato invece riscoperto grazie alle sue proprietà nutritive e all’assenza di glutine nella sua composizione.

Il miglio è, tra i cereali, il più yang; porta calore all’interno del nostro corpo, per questo motivo è molto utile inserirlo nella nostra dieta in tarda primavera e in inverno.

Il suo potente effetto alcalinizzante lo rende molto utile a tutte le persone che soffrono di acidità di stomaco.

È ben digeribile, ricco di sali minerali, diuretico, rinforza unghie e capelli, il suo alto contenuto di ferro lo rende prezioso nei casi di anemia. Aiuta nei casi di stanchezza e forte stress psicologico perché nutre in profondità, è ottimo anche per le donne in gravidanza.

Non necessita di ammollo e la sua cottura è veloce, il suo sapore è dolce e aromatico… per questo motivo spesso lo troviamo anche tra la lista degli ingredienti nella preparazione di dolci.

In commercio troviamo anche il latte di miglio e l’amasake, una crema dolce ottima per preparare dolci o da mangiare così com’è!

Yin-Yang: il miglio porta dentro di sé l’energia Terra, il suo consumo aiuta l’energia di stomaco, milza e pancreas. Aiuta ad asciugare i liquidi. Va consumato preferibilmente in tarda primavera e in inverno, ma è ottimo anche nei cambi di stagione.

Valori nutrizionali indicativi per 100 gr:
Kcal: 331
Carboidrati: 67 gr
Proteine: 11,3 gr
Lipidi: 0,7 gr
Fibre alimentari: 6 gr

Potrebbero interessarti anche…

Riso

Riso

È il cereale che più amo… il suo nutrimento arriva nel profondo e ci porta verso l’alto, il riso è il cereale più diffuso al mondo… ma perché voglio parlarvi proprio della “versione integrale”?

Il riso appena raccolto viene sbramato per eliminare il primo strato non commestibile, la “lolla”…si ottiene così il riso integrale. Oltre a contenere amido, il chicco di riso integrale porta con sé una discreta quantità di proteine, sali minerali, fibra e vitamine del gruppo B.

Per ottenere il riso bianco il processo prosegue, vengono eliminati molti altri strati del chicco come la “pula”, la “gemma” e il “farinaccio”, viene poi sbiancato e lucidato. Cosa avanza quindi del nostro chicco? Solo il nucleo amidaceo! È dunque facile intuire che il riso bianco è un alimento derubato di tutte le sue sostanze più preziose.

La legge che regola i cibi biologici vieta la lucidatura del chicco in quanto ha unicamente un valore estetico ed è realizzata con talco e glucosio.

Il riso integrale possiede inoltre un indice glicemico notevolmente più basso del riso bianco e dà un senso di sazietà maggiore e più duraturo.

Tutte le varietà sono naturalmente prive di glutine, adatte quindi anche ai celiaci, ha proprietà antinfiammatorie ed è un ottimo ricostituente.

È molto versatile in cucina, possiamo preparare ottimi primi piatti, come risotti e minestre; può essere utilizzato anche come contorno, in sostituzione del pane, come secondo piatto sotto forma di crocchette e polpette; possiamo utilizzarlo come ripieno per verdure.

Sia in chicco, ma anche grazie alla sua farina e al suo “latte” possiamo impiegarlo nella preparazione di moltissimi dolci come torte, crostate, ma anche budini e mousse.

Insomma, è davvero il re dei cereali!

Vorrei insistere sull’importanza della scelta biologica in quanto il chicco integrale, non essendo raffinato, trattiene parte dei pesticidi e dei diserbanti utilizzati nella coltivazione moderna e intensiva. Buona parte di queste sostanze vengono invece eliminate durante i processi di raffinazione, ma, come abbiamo visto, il chicco durante questi processi viene privato anche delle sue sostanze preziose.
Esistono moltissime varietà di riso, l’ideale è sempre scegliere, quando si può, quello prodotto nel nostro territorio, integrale e biologico.

Yin-Yang: porta dentro di sé l’energia Metallo. Il suo consumo aiuta l’energia di polmoni e intestino crasso. E’ associato alla pelle. Va consumato preferibilmente in autunno ma possiamo gustarlo in ogni periodo dell’anno avendo l’accortezza di preferire i chicchi lunghi in estate e scegliendo il chicco più piccolo e tondo nel periodo invernale. 

Valori nutrizionali indicativi per 100 gr di riso integrale:
Kcal: 346
Carboidrati: 72,6 gr
Proteine: 7,5 gr
Lipidi: 1,9 gr
Fibre alimentari: 4 gr

Potrebbero interessarti anche…

Pin It on Pinterest

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi